• Staff

SEM: cos’è, come si fa e perché è importante

Vuoi sapere cos’è il SEM e come utilizzarlo per il tuo business? Ti spiegheremo tutto su come fare SEM, come funziona e perché è così importante per la tua strategia online.







Hai un’azienda e vuoi sapere cos’è il sem e come sfruttarlo per il tuo business?

Sei appassionato di Digital Marketing e vuoi scoprire come fare sem per ottimizzare la tua strategia di online usando Google Ads?

In questo articolo ti spiegheremo tutto della SEM, come funziona, quali sono le opportunità che crea per la tua azienda e soprattutto come creare una campagna search sfruttando il SEM.


Per prima cosa è importante definire il significato di SEM.

Il Search Engine Marketing, abbreviato con l'acronimo SEM, è una pratica di digital marketing per aumentare, attraverso la promozione, il traffico verso un sito web sui principali motori di ricerca.

Il SEM ha come obiettivo far comparire un sito tra i primi risultati nella SERP (search engine results page), cioè la pagina dei risultati all’interno dei motori di ricerca. Lo stesso obiettivo è condiviso dalla SEO, cioè tutte le tecniche di ottimizzazione del sito web o degli articoli di una pagina per fare in modo che il contenuto sia tra i primi risultati organici nella prima pagina della Serp.

Generalmente il SEM è associato al concetto di SEA, acronimo di Search engine Advertising, cioè la pratica di ottenere traffico verso il proprio sito a pagamento. Le due pratiche, però, non sono equivalenti: la differenza tra SEM e SEA è riscontrabile nel fatto che il Search engine Marketing combina sia strumenti di SEA che di SEO (search engine optimization).


Per fare maggiore chiarezza sul concetto di SEM, è importante sottolineare le differenze tra SEM e SEO. Analizzeremo i punti di forza e debolezza di entrambi gli approcci.

La SEO prende in considerazione tutte le tecniche che riguardano l’ottimizzazione della struttura del sito internet ed ha come obiettivo il posizionamento, del sito o di un contenuto dello stesso, in alto nel ranking dei motori di ricerca.

Per le aziende il SEO è una grande risorsa, poiché un posizionamento organico in prima pagina è visto positivamente dagli utenti online: il contenuto della pagina è considerato attendibile e affidabile. L’ottimizzazione SEO, inoltre, è gratuita per le imprese, ma richiede grandi abilità specifiche.

Il posizionamento SEO presenta dei limiti, infatti le prime posizioni della SERP sono sempre occupate dalle inserzioni a pagamento. Per questo motivo, pur svolgendo un ottimo lavoro di ottimizzazione, non è mai possibile raggiungere le prime posizioni nel ranking se ci sono degli advertising.

Per scoprire come ottimizzare in ottica SEO, dai un’occhiata al nostro articolo.

Il SEM attua delle tecniche di promozione del sito internet per raggiungere lo stesso obiettivo della SEO, quindi per posizionare il sito o un contenuto dello stesso in prima posizione nel ranking dei motori di ricerca.


Il vantaggio di utilizzare la Search Engine Marketing per le aziende è il posizionamento del sito dalla prima alla terza posizione del sito. Questa condizione non permette ai risultati organici di superare la posizione raggiunta.


La differenza sostanziale tra SEM e SEO risiede nel fatto che la SEM, utilizzando strumenti di Search Engine Advertising, è a pagamento. Infatti, ogni risultato sponsorizzato è contrassegnato dalla scritta “annuncio” in alto a sinistra.


Una delle tecniche di promozione più utilizzate in ambito SEM riguarda l’acquisto di keyword di Google su Google Ads. Continua a leggere per scoprire come funziona la SEM, come fare un search paid ad e come usarla nel tuo business.

Prima di scoprire come creare un search paid ad, bisogna conoscere Google Ads, cos’è e come funziona.


Google Ads è la piattaforma pubblicitaria online di Google. Consente l’acquisto delle parole chiave o frasi e si paga soltanto se un utente clicca sull’annuncio (pay per click).


Per comparire in alto nel motore di ricerca occorre “fare a gara” con altri investitori, infatti è un sistema di acquisto basato sul meccanismo dell’asta (o bid). Allo stesso tempo, per avere successo nella SERP, bisogna essere rilevanti.


La pubblicità di Google Ads può comparire non solo su Google, ma anche su altri motori di ricerca e display network che raggiungono l’80% degli utilizzatori di internet nel mondo, in più di 30 lingue e 100 paesi.


È possibile fare sia pianificazione in ambito search che display, in questo articolo ci concentreremo solo su quella search.


I benefici della pianificazione search utilizzando la SEM sono tre:

- avere un vantaggio competitivo rispetto ai risultati organici dei competitors

- raggiungerepotenziali clienti che stanno attivamente cercando un prodotto o servizio

- poter decidere cosa viene scritto nell’annuncio



Per creare una campagna search su google, per prima cosa dobbiamo definire tre elementi fondamentali:

-l’obiettivo di campagna: cosa vuoi ottenere con la campagna, come ad esempio vendere online, ed include i KPI’s che intendi utilizzare

-il prodotto/servizio: è il prodotto specifico che offri, con benefici

-il target: il tipo di clientela a cui ti rivolgi, definita geograficamente, per interessi o altro

In secondo luogo, bisogna pianificare le keywords da utilizzare nel tuo annuncio.


Per ricercare le parole chiave è possibile usare vari tools, come Ubersuggest, Seozoom (a pagamento), oppure usare lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google, Keyword Planner.


Una volta selezionate le parole chiave, si passa alla creazione della campagna. Per farlo, bisogna utilizzare Google Ads e cominciare una nuova campagna.


La piattaforma, per prima cosa, richiede di selezionare l’obiettivo di campagna (come generazione lead, vendita, traffico sul sito web) e come è possibile raggiungere l’obiettivo (come la definizione del sito web, telefonate o download di app).


Si sceglie, poi, il tipo di campagna: bisogna selezionare l’opzione “motore di ricerca” per una campagna search. In seguito, si sceglie un nome per la campagna, si definisce il target e la lingua, per poi passare al budget, definendo il CPC massimo (costo per click).

Consigliamo di creare un Ad Group per ogni prodotto che si intende pubblicizzare e pianificare l’annuncio.


Non ti resta che creare l’annuncio, inserendo le parole chiave scelte.

La piattaforma ti consente anche di monitorare i risultati della campagna e di l’andamento della campagna.






Contattaci per una consulenza e scopri di cosa hai bisogno e cosa ti

manca per acquisire contatti di valore. Sfrutta la nostra piattaforma omnichannel e scegli tu come contattarci, basta cliccare qui! 👈🏽

Ti aiuteremo a costruire la tua strategia di marketing e a migliorare le prestazioni della tua azienda!



✉️ tools@tractionmanagement.it

📞 392 2764524

51 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti