• Staff

Case Studies sul performance marketing, il caso Vikey per il settore hospitality

Aggiornamento: 4 set 2020


Ciò che distingue il digital marketing dal più specifico performance marketing (anche col supporto della marketing automation, non a caso Traction fa sua la formula “automating performance”), è proprio l’attenzione mirata ai risultati misurabili, solo grazie ai quali è possibile rilevare il miglioramento e la crescita reali di un business.

Per questo abbiamo deciso di prendere ad esempio un case studies a noi molto caro e analizzare il processo di crescita che ha portato a sua volta questo nostro cliente a registrare dei miglioramenti, soprattutto a livello di ritorno economico dell’investimento effettuato.





Vikey ha rivoluzionato il settore dell’accoglienza introducendo il self check-in per case vacanze, hotel e B&B.

Una soluzione integrata - comprensiva di una parte hardware e un software - grazie a cui gli ospiti, dopo aver completato alcuni semplici step, ricevono le “chiavi virtuali” direttamente sul proprio cellulare e possono aprire tutte le porte. Grazie al web concierge Vikey, possono inoltre acquistare servizi extra.

Una delle principali esigenze dei gestori di strutture ricettive è quella di ottimizzare tempi e costi del check-in offrendo una soluzione sicura e smart. Spesso per non incorrere in disservizi, l’host è costretto a sovradimensionare lo staff o esternalizzare il servizio di check-in, riducendo il margine di profitto.

Gli albergatori inoltre, si trovano a dover gestire code alla reception per il riconoscimento degli ospiti. Da qui l'idea – nel 2016 - di Luca Bernardoni (CEO e Co-founder) e altri soci, di sviluppare il self check-in Vikey.





Nel 2016, anno di nascita di Vikey, il self check-in non era molto conosciuto e lo stesso termine non era da tutti facilmente riconducibile al settore delle case vacanze, bensì a quello dei viaggi (check-in aereo). Per questo, lo scopo principale del progetto era quello di farsi conoscere e posizionarsi nel mercato prima di eventuali competitor.

L’obiettivo principale di Vikey erano quindi il posizionamento e la lead generation.

Per far questo si è pensato di adottare azioni mirate di marketing. Traction è intervenuta seguendo il suo abituale modus operandi, stanziando ben tre risorse per il progetto:

  • 1 Traction Manager per l’elaborazione delle strategie di progetto con il cliente

  • 1 Traction Expert per l’Acquisition su Google Ads, Fb Ads e LinkedIn Ads

  • 1 Junior Traction Expert per l’ottimizzazione delle campagne e la reportistica.

I tool maggiormente usati per l’acquisition sono stati:

  • Google Ads

  • Fb Business Manager

  • LinkedIn Ads

  • Unbounce

  • I nostri Traction Tools.

Traction si è occupata della strategia per l’acquisizione clienti, basata sull’advertising su canali quali Google, Facebook e LinkedIn. Le attività di digital marketing hanno avuto come scopo quello di pianificare una strategia di progetto con il cliente, fino all’ottimizzazione delle campagne di acquisition per la lead generation e della relativa reportistica.

La difficoltà maggiore del cliente era quella di trovare clienti a costi sostenibili, per questo l’analisi dei dati è stata un’attività fondamentale nel raggiungimento dei risultati.





Con le operazioni di lead generation nel periodo di intervento di Traction, il costo per acquisition è diminuito dell’80,22%.







Nel corso degli anni sono aumentate le sottoscrizioni e attualmente nel mondo sono presenti più di 3.500 dispositivi Vikey. Grazie alle attività di marketing e comunicazione l’azienda si sta posizionando anche nel settore hotel, oltre che case vacanze.





Contattaci e scopri gli altri case studies per sapere come sfruttare al meglio le tecnologie della marketing automation!

154 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti