• Staff

Quanti tipi di clienti esistono nel Marketing? Classifichiamoli insieme

Il cliente ricopre un ruolo di primo piano nel mercato di oggi, e diventa sempre più importante creare esperienze di acquisto uniche e personalizzate, ma ti sei mai chiesto quanti tipi di clienti esistono nel marketing? Proviamo a classificarli insieme.

Analisi RFM


Questo tipo di analisi nasce nel 1995 con la finalità di segmentare i clienti in base ai loro acquisti passati. Prende come riferimento tre indicatori per capire quanto recentemente, quanto spesso e quanto spende il cliente.


1) Recency: questo indicatore individua il numero di giorni trascorsi dall’ultimo acquisto. Ovviamente più recente è l’ultimo acquisto, più si tratta di un cliente attivo;

2) Frequency: questo indicatore esprime il numero di acquisti fatti dal cliente, più è alto il suo valore, maggiore sarà la fidelizzazione del cliente al Brand;

3) Monetary: questo indicatore esplicita il valore economico di tutti gli ordini fatti dal cliente, un valore maggiore indica una maggiore possibilità di acquisto da parte del cliente.


Dopo aver assegnato a ciascun cliente un valore per ogni parametro (la tecnica utilizzata si basa sui quintili), basterà valutare i valori per definire il tipo di comportamento da avere sulla base del cliente che ci troviamo davanti, o meglio sulla base di quanto potere di acquisto abbia, quanto sia fidelizzato al Brand e quanto sia attivo.


Quattro clienti tipo


A prescindere dai valori degli indicatori presi come riferimento dall’analisi RFM, possiamo compiere una classificazione generalizzata sul tipo di cliente che potremmo trovarci davanti:


Cliente indeciso: questo tipo di cliente fa fatica a prendere una decisione sull’acquisto e impiega molto tempo nella valutazione di pro e contro di varie alternative. Questa indecisione non significa che non sia interessato all’acquisto, ma potrebbe impiegare più tempo del previsto. In questo caso è importante offrire tutte le informazioni utili.


Cliente aggressivo: questo tipo di cliente ha bisogno di essere trattato con pazienza perché può sottovalutare il nostro lavoro ed i nostri prodotti o servizi. È importante quindi capire quali siano i suoi bisogni ed offrire un prodotto ben preciso in linea con le sue richieste.


Cliente scettico: questo tipo di cliente è propenso all’acquisto ma non è certo di ricevere il prodotto o servizio che si aspetta. In questo caso la cosa migliore è fornire quante più informazioni possibili e mantenere un alto livello di trasparenza e fiducia.


Cliente ideale: quest’ultimo è il tipo di cliente in target, la persona a cui dobbiamo riferirci per la vendita dei nostri prodotti o servizi. Non solo è il cliente in linea con le funzionalità del nostro prodotto, ma ha anche molta fiducia nelle nostre competenze e nel nostro lavoro, dunque, si fida dei consigli che gli suggeriamo.


Se anche tu vuoi raggiungere il cliente ideale con le tue campagne di digital marketing, contattaci!


✉️ info@tractionmanagement.it

📞 392 2764524


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti