• Staff

Smart tourism e big data: come rilanciare il proprio business


Già prima della pandemia sanitaria legata al covid-19, nel settore turistico, il digitale era considerato un driver fondamentale per tutte le fasi del viaggio. A maggior ragione, oggi, il settore ha bisogno di evolversi e sfruttare a pieno le nuove tecnologie, come ad esempio le campagne di CRM.


La raccolta, l’analisi e l’uso strategico dei dati è un processo chiave per la crescita aziendale. L’implementazione di una strategia basata sui Big Data consente di sviluppare strumenti e approcci innovativi per migliorare il turismo e l’industria connessa ad esso. Connette hardware, software e reti, permettendo l’interazione tra turisti, stakeholder e oggetti fisici.


Le città intelligenti sono modelli urbani che promuovono la crescita sostenibile in tutte le sue dimensioni. “Smart tourism” è il termine usato per descrivere l’aumento dell’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle destinazioni turistiche e che permette di convertire massicce quantità di informazioni in proposte di valore.


Quest’approccio consente alle aziende del settore di cambiare tutti o alcuni dei seguenti cinque elementi del mercato:

  • Oggetto di scambio

  • Attori

  • Struttura

  • Istituzioni

  • Pratiche

Per le aziende questo vuol dire incorporare sostenibilità e tecnologia in tutte le fasi della catena del valore, con un impatto a lungo termine.

Una destinazione smart contempla fornitori, utenti, altri attori e sistemi che interagiscono tra loro attraverso servizi tecnologici. In questo modo, le entità turistiche hanno l’opportunità di consolidare le informazioni sulle destinazioni, fornendo esperienze più ricche per gli utenti, generando valore. Le fonti di informazione includono infrastrutture, connessioni sociali e organizzazioni. Le entità turistiche interagiscono in tempo reale con dati e informazioni provenienti da dispositivi digitali.



Alcune attività hanno bisogno di agenti esterni o portali. L’e-tourism diffonde informazioni, ma si concentra soprattutto sulla vendita diretta e sull’eliminazione delle barriere fisiche e di tempo del commercio tradizionale. Conosciuto anche come tecnologia di viaggio, si riferisce all’adozione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) da parte di turisti e imprese. Trasforma i processi e le catene di valore nell’industria del turismo.


Tipicamente, i suoi prodotti sono complessi e intangibili, le esperienze di produzione e consumo sono inseparabili, le scorte di beni e servizi sono deperibili, e l’esperienza di consumo varia a seconda del singolo turista, in momenti diversi. Inoltre, il settore è di natura complessa e richiede un grande sforzo per coordinare diversi tipi di servizi, così come l’erogazione di informazioni per ridurre l’incertezza nei momenti di contatto.

I servizi offerti da Traction consentono alle aziende che operano in questo settore di affrontare nel migliore dei modi questo processo di transizione:


  • Analizzando lo scenario iniziale

  • Valutando e adattando le strategie più opportune in seguito alle analisi effettuate

  • Tracciando i dati degli utenti

  • Generando una quantità di lead nettamente superiore

  • Creando conversion protocol ad hoc

  • Applicando tecniche di Retention, come la Gamification, particolarmente creative per il settore turistico, rendendo l’esperienza del cliente unica, interattiva e stimolante.


I servizi e i prodotti digitali sono essenziali per tutte le aziende, indipendentemente dalle loro dimensioni. La loro influenza è stata così importante, che la maggior parte dei consumatori del settore turistico li utilizza come strumento principale per pianificare viaggi.

Traction può tracciare, individuare, ottimizzare o depotenziare servizi (in base ad analisi di consumo interne all’azienda di riferimento), così come cambiare i modelli di consumo, con un impatto sulle esperienze pre-vendita e post-viaggio.


La digitalizzazione sta influenzando sempre di più sul modo in cui il viaggio viene pianificato, esplorato e promosso, ma sta anche influenzando l’esperienza di viaggio nella sua forma più pratica. La possibilità di analizzare i dati in modo sempre più approfondito, prendendo decisioni predittive, sta cambiando e continuerà a cambiare il volto del turismo nei prossimi anni. C’è ancora una forte resistenza da parte delle aziende meno “digitali”, alcune hanno strutture rigide che ostacolano la digitalizzazione. Si creano numerose sfide per le quali i paesi, le destinazioni e soprattutto le entità commerciali devono trovare una risposta.

L'Italia sta per ripartire, non rimanere indietro! Se hai deciso di promuovere la tua attività contattaci subito !


✉️ info@tractionmanagement.it

📞 392 2764524

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti